miglior riscaldamento

Come regolare il riscaldamento della propria abitazione

Durante la stagione invernale spesso ci si pone la domanda di quale sia la temperatura ottimale da impostare per il proprio sistema di riscaldamento. Quando la propria casa è ben coibentata e riscaldata da termosifoni di nuova generazione, come i radiatori AntraxIT, è consigliabile mantenere una temperatura costante durante l’intero periodo d’esercizio al fine di garantire il massimo comfort ambientale possibile.
Questa condizione si ottiene quando all’interno di un locale viene raggiunta una temperatura uniforme tra pavimento e soffitto, con uno scarto minimo di temperatura, e la stessa viene mantenuta costante per tutto l’arco della giornata, senza cambiamenti repentini, con una variazione massima di 1-2°C.

COME REGOLARE IL RISCALDAMENTO NELLA ZONA NOTTE

Durante la notte è consigliabile abbassare la temperatura di 1-2°C nell’intera abitazione. In questo modo la caldaia rimane spenta, in uno stato più silenzioso e confortevole dal punto di vista acustico, soprattutto per chi vive in ambienti dove la camera da letto e la posizione della caldaia sono particolarmente ravvicinate.
È comunemente risaputo, inoltre, che impostare una temperatura leggermente più bassa nella zona notte comporta dei benefici in termini di comfort abitativo e benessere della persona.
Anche durante il giorno la temperatura della zona notte può essere mantenuta su valori leggermente più bassi rispetto al resto della casa, trattandosi di un locale adibito al riposo e quindi poco utilizzato.

COME REGOLARE IL RISCALDAMENTO NELLA ZONA BAGNO

Data la natura funzionale di questo locale, generalmente nella zona bagno è preferibile impostare una temperatura leggermente più alta rispetto all’ambiente giorno, dai 2 ai 4°C in più, tale da garantire massimo comfort e benessere.

COME REGOLARE IL RISCALDAMENTO QUANDO SI E' FUORI CASA

È molto diffusa la convinzione che, quando si è fuori casa, il sistema di riscaldamento debba essere mantenuto spento o debba essere notevolmente ridotta la temperatura di esercizio per ottenere un risparmio. In realtà, è più costoso portare in temperatura un ambiente che si è raffreddato, piuttosto che mantenere per tutto il tempo una temperatura costante.
È quindi consigliabile mantenere una temperatura che oscilli al massimo di 2°C in meno rispetto alla normale temperatura impostata quando si è in casa, a meno che non si lasci libera casa per parecchi giorni.

COME REGOLARE LA TEMPERATURA DI MANDATA DELLA CALDAIA

Fondamentale per assicurare massimo comfort termico all’interno della propria abitazione è la regolazione della temperatura di mandata della caldaia. Le moderne caldaie a condensazione danno il massimo delle prestazioni a temperature di mandata basse, inferiori ai 55°C, in combinazione a sistemi di dissipazione del calore che lavorano a basse temperature. A queste condizioni è facile mantenere una temperatura di esercizio costante ed uniforme all’interno dei locali, assicurando così il massimo comfort ambientale.
Le caldaie a condensazione come le pompe di calore consentono di gestire la temperatura della mandata in modo scorrevole, ovvero modulando la temperatura in funzione al bisogno. Infatti la temperatura si autoregola in funzione della temperatura esterna e consente l’uso delle basse temperature per la maggior parte del periodo invernale, fattore che aumenta così il comfort ambientale dell’intera abitazione, ed il risparmio energetico.