termosifoni design android libeskind orizzontale living

Android_NEW_I Saloni_2016

Non un semplice radiatore ma una vera e propria scultura con la quale valorizzare gli ambienti della propria casa, di un ufficio o ancora di un albergo. Android, disegnato da Daniel Libeskind per Antrax IT, è un oggetto dal segno innovativo per la forma e le tecnologie impiegate. Il suo volume ricorda un origami giapponese, con le sfaccettature geometriche e inaspettate che sembrano costruite a partire da un foglio di carta, piegato e ripiegato. Il design che ne risulta è una sequenza dinamica di angoli e linee, ottenuti in questo caso da una sottile ‘pagina metallica’ che crea ombre e chiaroscuri tali da enfatizzare le linee compositive.
Oltre al modello standard, Android IQ rappresenta la versione più evoluta, dove il profilato è tagliato trasversalmente con una particolare angolazione che ne esalta ulteriormente l’audacia progettuale.
Ma la forza di Android non si esaurisce nella sua sagoma iconica: il concept elaborato dal celebre architetto implica infatti una grande attenzione ai temi della sostenibilità, grazie al materiale riciclabile al 100% e ad una tecnologia studiata appositamente.
Il funzionamento, che richiede un ridottissimo contenuto di acqua, è infatti garantito da un circuito brevettato dall’azienda stessa, che permette l’entrata a regime in tempi molto brevi con un notevole risparmio energetico.
Ad alta efficienza termica e disponibile in oltre 200 varianti colore a campionario Antrax IT, Android è infine installabile sia in orizzontale che in verticale e può essere dotato di un apposito maniglione porta salviette in acciaio, ideale se collocato nell’ambiente bagno. La sua forma, non lineare, accompagna lo stile del radiatore e ne accentua la forza espressiva.
termosifoni colorati teso maniglione colorato ambiente rustico

TESO

Teso...caldo compagno di viaggio: presenza discreta, accomodante, al servizio dell’ordine, ma gancio provvidenziale al presunto ed insospettato disordine. Tutto può apparire perfetto e allo stesso tempo perfettamente casuale, senza mai creare disagio. Inusuale strumento musicale da sempre nella memoria, ma mai realizzato. Composizione libera di forme che soggettivamente vestite, diventano nuove ispirazioni di decorazione, mai uguali, mai ripetitive, fuori dagli schemi, fantasia e gusto personalizzato di un rassicurante tepore, accanto cui rifugiarsi nei momenti ‘freddi’. Architettura? Design? Forse....Teso può essere installato sia in orizzontale che in verticale e in entrambi i casi può anche essere utilizzato come elegante scalda salviette.

Con la nuova versione di Teso, disegnato da Dante O. Benini e Luca Gonzo, Antrax IT sigla un connubio perfetto di elementi: il radiatore è infatti al servizio dell’ordine e del comfort ma assicura anche il perfetto coordinamento con il proprio ambiente.
L’azienda ha infatti introdotto le regole per una completa personalizzazione di Teso: il sottile braccio ancorato alla piastra in alluminio, sul quale appendere asciugamani, accappatoi o soprabiti se installato in prossimità dell’ingresso, può ora essere richiesto in una gamma di oltre 200 colorazioni. Optare per un deciso contrasto, giocare al contrario su un leggero gioco di sfumature oppure ordinare il termoarredo in versione monocromatica per un effetto minimale è una decisione sulla quale il cliente interviene direttamente.
Realizzato in profilato estruso di alluminio, Teso è concepito per essere posizionato sia in orizzontale che in verticale ed è costituito da un modulo largo 25 cm che può essere installato singolarmente o a due o tre elementi; l’altezza è invece variabile da 150, 170 a 200 cm.
La molteplicità di colori disponibili fa di Teso un prodotto decisamente flessibile: un alleato tecnologico che completa con carattere, eleganza o vivacità gli ambienti sia domestici che contract.